Dentista Roma
Cura della Stomatite aftosa o Afta

whatsapp dentista roma
dentista roma cura Stomatite aftosa

La Stomatite aftosa o Afta è composta da quelle piccole “bollicine biancastre” molto fastidiose che si formano all'interno della bocca, sulla lingua, sul palato o sulle gengive, più raramente sul labbro e che possono insorgere per una serie di cause, ma la cui guarigione è spontanea in 7-10 giorni dalla comparsa, proprio perchè non si conosce la causa specifica, la terapia non può essere mirata.

L’afta si manifesta inizialmente con dolore e bruciore pur in presenza di una mucosa assolutamente normale: nel giro di 24 ore si evidenzia una piccola area di arrossamento che successivamente evolve in un’erosione bianco-giallastra o grigiastra di forma ovalare. Un’altra caratteristica di queste lesioni è l’assoluta mancanza di sanguinamento.

dentista roma cura Afta foto

In termine medico viene definita afta un'ulcera mucosa caratterizzata da lesione dell'epitelio e dalla lamina propria.

Esistono varie tipologie di afte:

Stomatite aftosa: detta in gergo comune afta: è la malattia ulcerativa più diffusa del cavo orale. Si presenta ciclicamente e le recidive sono in aumento sempre maggiore con l’avanzare dell’età.

Afta minore: è la più diffusa in assoluto e colpisce sia gli adulti che i bambini. Si può manifestare sulle labbra, sulla mucosa vestibolare, sul pavimento orale, sulle gengive e sulla lingua. Si manifesta con una o poche ulcere di lieve entità e poco dolorose.

Afta maggiore: quando l’afta minore supera il diametro di 5-6 millimetri e arriva addirittura ad un’estensione di oltre un centimetro, si definisce “afta maggiore”. Pur non essendo assolutamente una malattia grave, comporta dolori e serie difficoltà ad alimentarsi.

Afta erpetiforme: colpiscie soprattutto le donne ed è una forma abbastanza rara. Avviene con la comparsa simultanea di 10-100 ulcere, piccole, ma molto dolorose. Le ulcere si distribuiscono su tutte le parti del cavo orale e spesso si fondono tra di loro. Si ripresenta ad intervalli di circa un mese e guarisce in 7-30 giorni.

Le cause principali dell'afta possono essere:

  • batteri,
  • funghi,
  • virus,
  • alcune malattie quali diabete, celiachia, patologie dell’intestino e degli occhi, immunodeficienza;
  • sostanze irritanti (tabacco, spezie),
  • prolungati trattamenti con antibiotici (penicillina, tetraciclina, cloramfenicolo, ecc…),
  • carenze alimentari (es. mancanza di vitamina C, vitamina B12, ferro),
  • assunzione di cibi e/o bevande bollenti,
  • stress, stati d’ansia e depressione;
  • protesi dentarie mal adattate o con bordi taglienti;
  • Cattivo posizionamento di parti del cavo orale
  • Disallineamento dei denti nelle arcate

L'afta non è contagiosa in alcun modo. La trasmissione dell'afta non può avvenire:

  • Passando oggetti da bocca a bocca;
  • Tramite il bacio;
  • Toccando con la bocca altre parti del corpo.

Oltre ad un’adeguata igiene orale, si possono usare collutori, gel, dentifrici antisettici a base di clorexidina o collutori contenenti principi antiinfiammatori.

Altre terapie topiche sono l’utilizzo di anestetici locali inibenti il dolore, antibiotici per prevenire una eventuale sovrapposizione batterica, e laser a bassa energia.

Non essendoci cure specifiche, possiamo solo aiutare la cicatrizzazione ed alleviare il dolore provocato dalle lesioni anche con metodi casalinghi (l'applicazione sulle ulcerette di una bustina bagnata di tè ( grazie all’azione dell’acido tannico, rende più rapida la guarigione), risciacqui con infusi di salvia, timo e ortica. I primi due possono essere preparati lasciando una manciata di foglie in infusione per 10 minuti in acqua bollente, mentre per l’ortica ne serviranno 20. Una volta pronto filtrare e lasciare raffreddare per qualche minuto, avendo però cura di utilizzarlo quando è ancora tiepido e non del tutto freddo.

In caso di stomatite con presenza di afte è indicata tra i rimedi naturali anche l’applicazione di gel di aloe vera, ad azione cicatrizzante e disinfettante, o di pomate/gel specifici venduti in farmacia (Aftamed, Aloe vera).

Altri rimedi naturali che ci sentiamo di suggerire:

  • Sciacqui con un bicchiere di acqua contenente 2/3 cucchiaini di sale almeno tre volte al giorno;
  • Sciacqui con un bicchiere di acqua contenente 2/3 cucchiaini di bicarbonato almeno tre volte al giorno;
  • Olio di cocco spremuto a freddo da applicare sull'afta con un batuffolo di cotone. Le sue proprietà battericide ridurranno la carica batterica;
  • Lasciare una fetta di aglio a contatto con l'Afta per almeno 5 minuti dopo i pasti. L'aglio è un antibiotico naturale e riduce la carica batterica;
  • Il fungo cinese Cordyceps risulta essere un efficace immunostimolante naturale utile ad accelerare la guarigione. Una capsula da 600mg la mattina;
  • Bisogna evitare tutti gli alimenti acidi quali agrumi, pomodori e aceto, alcool, cioccolato, caffè e cibi piccanti fino a guarigione avvenuta.
  • Colluttori specifici per l'afta: Alovex, Formedico, Buccagel

Se nei tempi previsti per la guarigione la sintomatologia non cessa, è consigliabile una visita medica specialistica od una visita odontoiatrica.

Lo Specialista potrà suggerire una terapia adeguata in presenza di stomatiti ricorrenti od in caso di lesioni diffuse e dolorose con sintomatologia generale.

Anche per i bambini esistono numerosi rimedi naturali e farmacologici per lenire ed abbreviare i naturali tempi di guarigione:

  • Aftamed gel bambini contenente acido ialuronico che attenua il dolore ed aiuta la guarigione al gusto di chewing-gum per favorire la somministrazione
  • Aumentare le difese immunitarie assumendo fermenti lattici, vitamina C, propoli, aglio e malva.
  • tramite l'alimentazione privilegiare una dieta semiliquida a base di passati, budini e frullati ed evitare cibi acidi

Anche una adeguata e sensibile sorveglianza nel comportamento può aiutare. Alcune afte negli adolescenti sono generate dalla morsicatura ripetuta del labbro, solitamente causata da stati di tensione e nervosismo. Le lesioni continue generano le afte. Per risolvere questo tipo di poblema problema occorre intervenire sulle motivazioni psicolgiche che portano il giovane ad autolesionare il labbro. La sorveglianza dei genitori deve essere molto accurata ed efficace perchè costringere il bambino a non fare un azione può avere effetti sconvenienti ed addirittura contrari. Può essere utile rivolgersi ad un terapeuta,


dentista roma dottoressa deborah nicosia
Autrice dell'articolo "Cura della Stomatite o Afta" è la Dottoressa Deborah Nicosia, Dentista Roma.