telefono dentista romawhatsapp dentista roma

Cura Canalare

Cura Canalare

La cura canalare è la terapia che il dentista effettua sul dente colpito da infezione profonda penetrata fino alla polpa dentale. Solitamente la causa è una carie od una frattura che arrivano a danneggiare la barriera solida dello smalto permettendo l'ingresso dei batteri patogeni. La diagnosi di questa patologia viene eseguita effettuando in ambulatorio una lastra che permetterà al dentista di vedere chiaramente l'entità e la gravità dell'infezione. Questa infezione è chiamata pulpite (infezione della polpa dentale, per l'appunto) ed è estremamente dolorosa, poiché interessa la parte del dente che ospita i nervi sensoriali. Una volta che l'area della camera pulpare è invasa dai batteri, il dentista non può fare altro che rimuovere l'infezione asportando la polpa stessa in tutta la sua estensione che si estende fino alle radici del dente. La cura canalare viene effettuata con il preciso scopo di preservare il dente dall'ulteriore estensione dell'infezione che, se trascurata, potrebbe giungere fino all'osso danneggiandolo ed impedendo la ricrescita della mucosa(gengiva). Questa degenerarzione sarebbe gravissima e l'unica terapia possibile in grado di curarla è l'innesto osseo. Pertanto, in presenza di dolore forte, è importante intervenire tempestivamente andando dal dentista per avere la diagnosi e le cure del caso. La cura canalare recupera l'elemento dentale che può continuare la sua vita funzionale dopo la terapia. La percentuale di successo è altissima, praticamente il 100% dei casi viene eseguito con successo.

 

Quando una carie, una frattura od un trauma arrivano ad esporre la polpa dentale (la parte interna del dente composta di vasi e nervi), o comunque arrivano ad infiammarla, ha luogo la pulpite (il classico e doloroso mal di denti).
I sintomi tipici che sono presenti possono essere:

  • dolore acuto (pulpite acuta),
  • dolore pulsante,
  • aumento del dolore quando si è stesi, in particolare durante il sonno,
  • sensazione di dolore estesa anche ai denti contigui,
  • ipersensibilità a freddo e caldo.

Per eliminare il dolore, preservare il dente naturale ed evitare ulteriori e peggiori patologie è assolutamente necessario procedere con la cura canalare (o devitalizzazione) che consiste nella rimozione della polpa del dente e delle sue estensioni nei canali radicolari.

La cura canalare è una operazione chirurgica piuttosto complessa. Queste sono le fasi tipiche di una cura canalare:

  • Viene effettuata l'anestesia e si attende che il dente perda sensibilità
  • Viene applicata la diga di gomma per impedire ai batteri presenti nella saliva di raggiungere la cavità pulpare
  • Il dentista crea un accesso che consenta di arrivare alla parte interna del dente
  • Si procede eliminando la polpa ed il materiale organico e batterico presente all’interno delle radici del dente e della camera pulpare
  • Viene effettuata la disinfezione della camera pulpare in modo approfondito e completo con antisettici specifici
  • Viene preparata la sigillatura degli spazi endodontici di ciascun canale radicolare utilizzando appositi strumenti rotanti realizzati in titanio.
  • Si continua con la sagomatura dei canali radicolari per agevolare la completa otturazione
  • Si applica il materiale inerte e sigillante (Guttaperca o materiali sintetici di nuova generazione)
  • Inizia la ricostruzione del dente con resina composita di colore identico a quello del dente naturale
  • Vengono annegati nella resina composita uno o più perni in fibra di colore bianco per dare maggiore resistenza, durata e struttura al dente
  • Si completa la ricostruzione del dente
  • Eventualmente, si procede al controllo radiagrafico
dente da devitalizzare

Dente da devitalizzare

dente trattato con cura canalare

Dente trattato con cura canalare

 

Il trattamento sopradescritto viene applicato anche per patologie su denti non vitali:

Queste patologie sono sempre da imputarsi ad una precedente perdita della vitalità del dente (talvolta senza sintomi dolorosi) oppure a pregresse terapie canalari non correttamente eseguite.

dentista roma Rivelatore Apicale

Fino a poco tempo fa, ed in alcuni studi odontoiatrici (non il nostro) ancora oggi, la cura canalare viene effettuata senza anestesia per utilizzare il dolore del paziente come informazione per stabillire la lunghezza del canale radicolare.

Oggigiorno queste vecchie tecniche sono superate grazie all'utilizzo di nuove tecnologie che permettono utilizzare l'anestesia, evitando il dolore.

Il Rivelatore Apicale costituisce un ausilio indispensabile nella valutazione della lunghezza del canale radicolare (lunghezza di lavoro) ed è uno strumento fondamentale per ottenere una chiusura canalare precisa e congrua.

L’introduzione di questi sistemi ha rivoluzionato la tecnica operativa, che prima era basata unicamente sul riscontro radiografico dell’apice.

Nel nostro studio si utilizza sempre il rivelatore apicale per effettuare la cura canalare, ed anche in casi di ritrattamento canalare si esegue l’anestesia per evitare qualsiasi tipo di dolore. Grazie a questo strumento ed alle procedure anelgesiche ed anestetiche la cura canalare presso il nostro studio è assolutamente indolore.

Occorre precisare che la devitalizzazione effettuata su denti infetti ed infiammati porta un reale beneficio nella zona del dente trattato che, solo in seguito al trattamento, smette di fare male definitivamente.

 

E se un dente devitalizzato ci fa percepire ancora dolore dopo la terapia canalare ? Può capitare che dopo l'esecuzione della cura canalare rimanga infiammata la zona precedentemente colpita da infezione. L'infiammazione fa parte dei processi naturali di difesa messi in atto dal corpo per difendersi dall'infezione. Ma questo sintomo deve scomparire nell'arco di 7 / 10 giorni. Se questo non si verifica vuol dire che la cura canalare non è stata effettuata correttamente arrivando a pulire perfettamente le radici del dente, oppure che uno dei canali radicolari non è stato trattato del tutto. In questo caso il dolore continuerà a manifestarsi e potrebbe dare luogo ad altri problemi e sintomi. Se la cura canalare non è stata realizzata correttamente potete tornare dal dentista che ha effettuato la prima terapia oppure potete rivolgervi ad un altro esperto specialista. Il ritrattamento di un dente devitalizzato da noi è un caso non ancora successo ed il problema, se si presentasse, verrebbe comunque sistemato gratuitamente.

In molti casi si legge di rischi connessi alla cura canalare che vengono proposti come gravissimi e compromettenti la salute del paziente.
Lo scopo primo della cura canalare è trattare una situazione grave e  che ha già compromesso la vitalità del dente solitamente una pulpite irreversibile od una necrosi pulpare .
La rimozione dei nervi presenti nei canali radicolari viene eseguita per eliminare la percezione di un dolore violentissimo e per contenere nel modo più ampio possibile ulteriori nuove infezioni.
Non sempre però questo basta a garantire da nuovi ulteriori problemi:

  • La mancanza di sensibilità dovuta alla perdita del tessuto nervoso può comportare altri problemi che a causa della devitalizzazione non sono più percepibili.
  • L'insorgenza di nuove carie è statisticamente più frequente nei denti devitalizzati che nei denti vitali

L'intento del dentista è quello di conservare il dente naturale fino a che questo è possibile valutando con criteri di diagnosi medica.
Se questo non è possibile o non è desiderato dal paziente, l'unica alternativa è l'estrazione dell'elemento e la sua sostituzione con un impianto dentale.

Un infezione radicolare o della camera pulpare, se non curata o se curata male, può essere diretta conseguenza di ulteriori patologie:

  • Alveolite
  • Necrosi del dente, che deve essere estratto
  • Granuloma
  • Ascesso
  • Fistole
  • Lesioni periapicali
  • Infiammazione dei tessuti mucosi adiacenti ai denti coinvolti
  • Infiammazioni e lesioni dell'osso

La percezione di dolore insopportabile proveniente da un dente è il sintomo chiaro di una pulpite o comunque della necessità di un intervento urgente. Se il dolore è persistente potete chiedere un appuntamento urgente. Il vostro caso sarà gestito con la massima priorità dai nostri specialisti.

  La terapia canalare normalmente richiede circa 60 minuti di lavoro dell'odontoiatra e possono essere necessarie due sedute a seconda del numero di canali radicolari dell'elemento trattato.

  Il costo per la cura canalare è variabile in funzione della complessità del caso, dal numero di radici presenti e dal tipo di ricostruzione necessaria. La terapia canalare per gli incisivi e canini ha un prezzo di 240€. La cura canalare per i premolari costa 300€. La terapia canalare per i molari(denti del giudizio compresi) costa 360€. Per avere un preventivo potete prenotare un appuntamento per effettuare una visita di controllo nel nostro studio di Roma.

Nella pagina dedicata alle promozioni potete consultare le offerte in corso presso il nostro Studio Dentistico a Roma con prezzi di sicuro interesse.

È possibile rateizzare il pagamento in 12 mesi a tasso zero (TAN 0%, TAEG 0%) per l'importo massimo di 5.000€ semplicemente utilizzando la vostra tessera Bancomat o Postamat. Non serve busta paga. Approvazione immediata. Nessuna spesa di gestione.

come raggiungerci

Come Raggiungerci

Contatti

Contatti

Promozioni

Offerte

studio dentistico

Studio dentistico

dentista roma dottoressa deborah nicosia
Autrice dell'articolo "cura canalare" è la Dottoressa Deborah Nicosia, Dentista Roma.

Ultimo aggiornamento: 02/10/2019